Domandarsi se sia giusto sterilizzare una gatta è più che legittimo, noi del Centro Veterinario Oltrebrenta vogliamo dunque con questo articolo aiutarvi a decidere attraverso qualche delucidazione sulle modalità dell’intervento.

Quando sterilizzare gatta

La soluzione temporale migliore sarebbe quella di agire mentre la vostra gattina vive ancora il suo periodo di più accesa gioventù, magari verso il sesto mese di vita e comunque prima che si manifesti il cosiddetto primo calore amoroso. In tal modo la possibilità di contrarre tumori alla mammella si riduce all’incirca del 90%! Tuttavia, procedere con la sterilizzazione anche dopo la prima manifestazione dell’estro felino, o comunque in età adulta, non presenta controindicazioni mediche.

Sterilizzazione gatta come avviene

Tale intervento, professionalmente, è definito come ovariectomia in quanto, mediante l’effettuazione di un’incisione nell’addome della gatta, comporta l’asportazione di entrambe le ovaie e, in alcuni casi, anche di gran parte dell’utero, fino alla cervice. L’intervento viene effettuato in anestesia generale del paziente e dura circa mezz’ora. Pur trattandosi di un’operazione più complessa rispetto alla castrazione di un gatto, questa non presenta particolari difficoltà e rappresenta un’operazione di routine.

L’Ambulatorio Centro Veterinario Oltrebrenta opera dal 1984 ed è dotato di una sala operatoria per gli interventi di chirurgia veterinaria all’avanguardia. Contattaci e scopri quanto costa la sterilizzazione di una gatta e come comportarti post sterilizzazione gatta.